Luka Čeč – lo scopritore delle Grotte di Postumia

Sebbene le Grotte di Postumia fossero state scoperte dal “lampista” Luka Čeč, per più decenni i meriti di questa immensa scoperta furono riconosciuti al tesoriere distrettuale Löwengreif.

“Qui c’è un mondo nuovo, qui c’è il paradiso!”

Luka Čeč era uno degli operai che nell’aprile del 1818, all’interno della Grande sala delle Grotte di Postumia, si preparavano all’arrivo dell’Imperatore Francesco I. Mentre addobbavano la grotta e controllavano l'illuminazione per l'illustre visitatore, attraverso un ponte improvvisato, Čeč scalò le rocce e scomparve nel nulla. Pensando al peggio, Čeč apparve in un flebile bagliore di luce e gridò agli altri operai: »Qui c'è un mondo nuovo, qui c'è il paradiso!« Scese e raccontò di aver scoperto una nuova grotta...

I meriti di Čeč attribuiti ad un’altra persona

Malgrado l’affascinante scoperta, la verità su ciò che era accaduto ad opera di Luka Čeč, l’umile lampista, non si venne a sapere fino a metà del Novecento. A causa delle umili origini di Čeč, tutti i meriti per la scoperta delle grotte vennero attribuiti al nobile e tesoriere distrettuale, Josip Jeršinović pl. Löwengreif. Solo con la pubblicazione dell’opera di Schmidl del 1854 riguardanti le grotte slovene, Luka Čeč ebbe la soddisfazione ed il riconoscimento di essere considerato tra gli scopritori delle Grotte di Postumia.

Aiutante lampista

Nonostante tutto, la personalità di Luka Čeč rimane, ancora oggi, avvolta nel mistero. Non si hanno sue fotografie. Si deduce che le sue origini fossero istriane, della regione della Čičarija. Nacque l’11 ottobre 1785. Nelle Grotte di Postumia lavorò come aiutante lampista. Dopo essersi ritrovato in difficoltà economiche, si rivolse all’imperatore affinché potesse riconoscergli i meriti della scoperta delle Grotte di Postumia e impiegarlo a vita al servizio guida. La sua richiesta venne respinta.

Čeč smentisce i fatti scientifici

Luka Čeč non si diede per vinto e perseverò nella ricerca all’interno delle grotte smentendo i fatti scientifici riguardanti l’assenza della vita al loro interno. Fu il primo scopritore al mondo a scoprire un coleottero sotterraneo - Leptodirus hochenwartii. Lavorò nelle grotte fino al 1836, quando morì per una malattia contagiosa.

Luka Čeč non riuscì mai ad avere un meritato riconoscimento. Oggi sappiamo che un umile lampista, con la sua scoperta, aprì le porte al turismo carsico e che fu il pioniere delle ricerche nel mondo sotterraneo sloveno e della sua fauna.

THE ELECTRIFYING HISTORY 2